Elezioni, Viotti a Di Maio: su migranti non sa quel che succede in Europa e neppure come votano i suoi colleghi a cinque stelle nell’europarlamento

Elezioni, Viotti a Di Maio: su migranti non sa quel che succede in Europa e neppure come votano i suoi colleghi a cinque stelle nell’europarlamento

“Vorrei ringraziare il vicepresidente della Camera, onorevole Luigi Di Maio, per il prezioso e innovativo contributo che ha voluto dare sul tema dei migranti. Mi chiedo, e in questo coinvolgo il mio segretario Matteo Renzi, come abbiamo fatto a non pensare per primi che la soluzione è, cito il virgolettato dell’on. Di Maio, “obbligare i paesi dell’est ad accoglierli” e che “bisogna avviare dei progetti di cooperazione con l’Africa”. Idee veramente sorprendenti sulle quali si aprirà presto un dibattito a livello europeo.” Cosi’ l’europarlamentare dem, Daniele Viotti replica alle dichiarazioni rilasciate da Luigi Di Maio oggi durante un comizio elettorale a Sassari.

“Non si può che rispondere ironicamente- continua l’europarlamentare del Pd- a queste dichiarazioni di Di Maio su cui l’Europa, da anni, su iniziativa dei governi guidati dal PD, discute, cerca e talvolta trova soluzioni. Ricordo al vicepresidente della Camera che oltre ai numerosi aiuti umanitari già esistenti, proprio su richiesta del governo Renzi, la Commissione Europea e il Parlamento hanno adottato un piano strategico di investimenti in Africa per cui sono già stati stanziati almeno tre miliardi di euro”

Ma quello che Di Maio finge di non sapere- incalza Viotti- è che i suoi colleghi portavoce al parlamento europeo hanno votato contro sia sulla  proposta di redistribuzione delle quote dei migranti (anche nei paesi dell’est) sia contro il piano per l’Africa.”

“Sono argomenti effettivamente complicati ma sono sicuro- conclude l’esponente dem-che il vicepresidente di Maio potrà chiedere al suo corrispettivo, al Vicepresidente del Parlamento europeo, il grillino Castaldo, come la delegazione del Movimento 5 stelle a Bruxelles vota in aula”