Reddito di cittadinanza, Benifei: Da 5 stelle propagnada, da noi fatti

Reddito di cittadinanza, Benifei: Da 5 stelle propagnada, da noi fatti

“La lotta contro la povertà, anche con strumenti europei, è un obiettivo fondamentale dell’azione politica del Partito Democratico. Invece che fare propaganda, i grillini sostengano le nostre proposte”. È quanto dichiara l’eurodeputato PD Brando Benifei, intervenendo nella plenaria del Parlamento europeo nel dibattito sul reddito minimo a nome dei Socialisti e Democratici. “I 5 Stelle hanno voluto questo dibattito come palcoscenico europeo per continuare a riempirci di vuoti annunci sul reddito di cittadinanza. Bene, così finalmente possiamo smascherare le loro gigantesche contraddizioni: al momento non esiste nessuna proposta legislativa, decreto o atto formale del governo gialloverde. Non sanno dove prendere i soldi – prosegue – e sanno di non avere le coperture, parlano di una fantomatica “card”, destinata ai soli cittadini italiani, con gli evidenti effetti discriminatori e quindi in violazione del diritto comunitario, mentre la Lega di Salvini porta avanti in modo molto chiaro la propria politica di destra con la flat tax, che favorisce i ricchi e si scarica sulle fasce deboli della popolazione, e il condono fiscale”.

“Insomma, i 5 Stelle sono in evidente difficoltà, anche perché cercano di nascondere che uno schema di reddito minimo in Italia esiste già: si tratta del Reddito di Inclusione (REI) introdotto dai governi PD. Se i 5 Stelle sono tanto interessati alla lotta alla povertà – conclude – lo mostrino finalmente in modo concreto, ossia sostenendo in Commissione Occupazione e Affari sociali i miei emendamenti al Fondo sociale europeo Plus, che chiedono di poter integrare la dotazione del REI. Potenziamo quanto già c’è, invece di inseguire formule magiche”.