Ue, caso Aiuto, Sassoli: ufficio di Presidenza avvii subito un’indagine

Ue, caso Aiuto, Sassoli: ufficio di Presidenza avvii subito un’indagine

“La gravissima denuncia dell’onorevole Daniela Aiuto deve essere approfondita dal Parlamento europeo”. Lo dichiara David Sassoli vicepresidente del Parlamento europeo.

“Quanto dichiarato stamane dalla parlamentare appena uscita dal Movimento 5 Stelle sui controlli subiti da una società privata, chiedendo le password ed entrando nelle vite dei deputati, è inaccettabile e contrario al Regolamento del Parlamento europeo e allo Statuto dei deputati. Il Regolamento all’articolo 2 -prosegue Sassoli – prevede infatti che i deputati ” esercitano il loro mandato liberamente e in modo indipendente e non possono essere vincolati da istruzioni né ricevere alcun mandato imperativo”.

“L‘Ufficio di presidenza –conclude il vicepresidente  dell’Europarlamento – faccia ora piena luce su quanto denunciato dall’onorevole Aiuto e accerti che non vi siano altri parlamentari sottoposti a interferenze che