Pil, Gualtieri: Tria sbaglia, recessione non colpa Ue

Pil, Gualtieri: Tria sbaglia, recessione non colpa Ue

“Non concordo con il ministro dell’Economia Giovanni Tria, è una recessione, punto. È vero che c’è un quadro generale negativo, pero c’è da dire che andiamo peggio di altri, non dico solo della Germania, ma anche Spagna e Portogallo crescono”. Così Roberto Gualtieri, europarlamentare Pd -S&D e Presidente della Commissione problemi economici e finanziari del Parlamento Europeo, ha risposto oggi a Sky Tg24 Economia al ministro Tria che ha affermato “la recessione è un dato che era atteso ed è determinato dal ciclo economico europeo”. “È una barzelletta, come ha fatto qualche esponente della maggioranza, dire che la recessione è colpa dell’Europa. Alla base ci sono degli errori gravissimi di questo governo. Oltre a scelte economiche e nella manovra – ha aggiunto Gualtieri – abbiamo assistito a tre mesi di follie, con dichiarazioni dai balconi fino alla trattativa con la Commissione. L’aumento dello spread e il calo della fiducia ci sono costati molto cari”, ha spiegato. “L’anno prossimo potrebbe andare peggio. Serviranno 23 miliardi in più, rispetto al costo della nuova manovra, per evitare l’aumento dell’Iva. I costi potrebbero ricadere drammaticamente sui cittadini, o con nuove tasse oppure con un taglio dello stato sociale. Il governo – ha concluso Gualtieri – ha fatto tutto questo per la campagna elettorale, spostando i problemi a dopo le europee di maggio”.