Atto europeo Cybersecurity, Danti: Da oggi Europa più sicura, anche sul 5G

Atto europeo Cybersecurity, Danti: Da oggi Europa più sicura, anche sul 5G

Con 586 voti favorevoli, 44 contrari e 36 astensioni Il Parlamento europeo ha approvato oggi l’accordo inter-istituzionale tra Parlamento e Consiglio sull’Atto europeo di cibersicurezza. Esprime soddisfazione l’On. Nicola Danti (Pd), coordinatore S&D in commissione Mercato interno e relatore del parere del Parlamento su questo dossier:
«In un mondo sempre più digitalizzato e connesso, la sicurezza informatica è una vera e propria priorità politica. Con l’approvazione dell’Atto europeo di cibersicurezza, l’Ue si dota di misure chiare ed armonizzate per la prevenzione degli attacchi informatici. Il rafforzamento delle capacità operative e di coordinamento di ENISA e la creazione di uno schema europeo di certificazione sono il valore aggiunto di questo Regolamento. Da oggi, quando gli utenti ed i consumatori decideranno di acquistare un tablet o un cellulare, potranno controllare se è certificato e qual è il suo livello di affidabilità. Un bel passo avanti per aumentare la fiducia dei consumatori europei.»
«Come dimostra il recente caso 5G-Huawei – prosegue Danti – l’Europa non è esente da rischi per la sicurezza delle proprie reti ed infrastrutture strategiche. Con l’Atto europeo di cybersecurity l’Europa compie un primo passo per proteggersi anche da questo tipo di minacce, introducendo uno specifico sistema di certificazione per garantire che la diffusione della tecnologia 5G nell’Unione soddisfi le più elevate norme di sicurezza