Ue, Sassoli: al PE isolare le frange nazionaliste e xenofobe

Ue, Sassoli: al PE isolare le frange nazionaliste e xenofobe

“Il rapporto con  gli altri gruppi europeisti passa dalla volontà di isolare le frange nazionaliste presenti al Parlamento europeo”.

Così David Sassoli, capo della Delegazione del Pd al Parlamento Europeo al termine del primo incontro dei responsabili del Gruppo dei Socialisti&Democratici dopo le recenti elezioni europee.

“Inizia da oggi – prosegue Sassoli –  un percorso nuovo dove nessuno è autosufficiente ma tutti possono concorrere a dare forza e autorevolezza al Parlamento europeo in coerenza con il risultato elettorale e con la necessità di un rilancio dell’Unione europea. Abbiamo salvato la casa dagli incendiari, ora però dobbiamo ristrutturarla. Ecco perché nessuno sconto dev’essere concesso ai gruppi che hanno puntato a sfasciare l’Europa. Gli assetti parlamentari e l’esame dei candidati che verranno proposti per la nuova Commissione Europea dovranno rispondere in primo luogo a criteri di fedeltà europeista. In alcuni gruppi parlamentari  -conclude Sassoli- vi è una concentrazione di estremismo di destra e di xenofobia e non possiamo consentire che abbiano incarichi di responsabilità nel nuovo Parlamento”.