Ue, Toia: La nuova Commissione rispecchia le nostre priorità su crescita e ambiente

Ue, Toia: La nuova Commissione rispecchia le nostre priorità su crescita e ambiente

“Oggi a Bruxelles una Ursula Von der Leyen sorridente e decisa, con tono mite ma con parole molto chiare ha varato la sua (e nostra) nuova Commissione all’insegna del proposito di fare di più, e soprattutto, sono parole sue, “fare ciò che si dice”.

Con Paolo Gentiloni agli Affari economici si dà un riconoscimento grandioso al ruolo e all’importanza dell’Italia e alla credibilità del Partito Democratico.

Quello che nasce è un esecutivo comunitario con parità di genere e con una netta visione di futuro dal momento che i due Vice Presidenti più importanti si occuperanno di ambiente, clima e digitale. Non è un caso che queste sono anche fra le priorità della famiglia socialista, che esprime il maggior numero dei nuovi commissari.

Paolo Gentiloni e Frans Timmermans porteranno avanti la battaglia che ci sta più a cuore: quella della crescita sostenibile, degli investimenti sul clima e dell’ambiente, con una revisione del patto di stabilità.

C’é pero al momento una delusione: dov’é finita la ricerca? Horizon Europe é il più grande programma di investimenti per la crescita e l’innovazione e non è oggetto di uno specifico portafoglio. E così cultura e istruzione non sono nei titoli. Mi si dirà che sono parole ma le parole sono importanti perciò ricerca, scienza, cultura e istruzione devo essere esplicitamente menzionate”. Lo ha dichiarato Patrizia Toia, eurodeputata Pd e vicepresidente della commissione Industria al Parlamento europeo.