Ue, Ferrandino, Bartolo: salve le vongole e i pescatori dell’adriatico

Ue, Ferrandino, Bartolo: salve le vongole e i pescatori dell’adriatico

Successo del PD al Parlamento Europeo. Si è finalmente chiusa la lunga diatriba fra Italia e Spagna sulla pesca delle vongole nel Mare Adriatico. La Commissione Pesca del Parlamento Europeo ha infatti dato il via libera alla pesca di vongole dal diametro di 22 millimetri nel Mar Adriatico, nonostante alcune forti resistenze iniziali.

“All’interno della Commissione pesca erano stati sollevati dubbi riguardo la legittimità della deroga concessa all’Italia, paventando la possibilità che il Parlamento sollevasse un’obiezione e si opponesse. Grazie ad un efficace e tempestivo lavoro di coordinamento, siamo riusciti a dimostrare che non c’era alcuna ragione scientifica per limitare la pesca di vongole dei pescatori italiani” dice l’europarlamentare Pietro Bartolo.

Giuseppe Ferrandino, Vicepresidente della commissione, aggiunge che “la Commissione Europea ci ha confermato che il suo organo scientifico ha prodotto studi inequivocabili in merito alla sostenibilità della pesca delle vongole adriatiche. Hanno perfino fatto i complimenti ai pescatori italiani per il rispetto dei parametri di sostenibilità ambientale.” La proroga della deroga decisa dalla Commissione, che permette all’Italia di pescare vongole dal diametro di 22 millimetri invece che 25 millimetri, dura un solo anno, a partire dal 1 gennaio 2020.

“Non c’è tempo da perdere” concludono gli eurodeputati PD, membri della Commissione Pesca. “Le vongole italiane per ora sono salve, ma il Governo si attivi subito, insieme ai pescatori, per recuperare tutti i dati scientifici necessari perché la proroga possa continuare oltre il 2020 ed eventualmente diventare definitiva”.