Ue/Libia, Cozzolino: l’Ue adotti azioni decise per aiutare a ristabilire la pace

Ue/Libia, Cozzolino: l’Ue adotti azioni decise per aiutare a ristabilire la pace

“L’attacco al porto di Tripoli di Martedì 18 febbraio, mentre a Ginevra si svolgevano i negoziati per stabilire un cessate il fuoco permanente, è al contempo preoccupante e deludente. La situazione sul terreno è tesa e non si può permettere che si intensifichi. È necessario che tutte le parti, in particolare l’esercito nazionale libico e i suoi sostenitori, mantengono la tregua e si impegnino costruttivamente tra loro e con i mediatori delle Nazioni Unite per raggiungere un cessate il fuoco efficace.

Il popolo libico merita di vivere in un paese stabile, pacifico e unito, obiettivo che non può che essere raggiunto se tutte le parti non mantengono il loro impegno per una soluzione politica, ritornando al tavolo delle trattative. Gli impegni sono stati assunti per un cessate il fuoco permanente e questi accordi non possono essere rispettati mentre Tripoli è sotto attacco. Ora è il momento di dimostrare l’impegno nei confronti dei libici bloccando tutti gli attacchi militari e impegnandosi veramente nei colloqui guidati dalle Nazioni Unite. Ribadisco l’importanza che tutti gli Stati membri dell’UE adottino azioni decise e coordinate per aiutare a ristabilire la pace in Libia”, così in una nota l’europarlamentare del PD Andrea Cozzolino, presidente della delegazione del Parlamento europeo per le relazioni con il Maghreb.