Ue, Benifei: Breton conferma violazione Germania su soglie formaldeide

Ue, Benifei: Breton conferma violazione Germania su soglie formaldeide

Lo scorso febbraio, Brando Benifei, capodelegazione PD al Parlamento europeo, ha scritto insieme ad altri colleghi, italiani ma non solo, una lettera al commissario al Mercato interno Thierry Breton per denunciare l’introduzione unilaterale da parte della Germania di una soglia per i livelli massimi di formaldeide nei pannelli di legno dimezzata rispetto a quanto stabilito dal Regolamento europeo sui materiali da costruzione. “Una misura unilaterale – commenta Benifei -, non notificata da Berlino nel sistema europeo TRIS, che crea frammentazione nel mercato interno e danneggia le imprese italiane del legnoarredo, introducendo all’improvviso limiti più severi per la composizione dei pannelli ai quali le imprese non hanno potuto adeguarsi nei tempi molto ristretti. Il Commissario ci ha risposto nei giorni scorsi, confermando chiaramente che quanto da noi riportato nella lettera ‘corrisponde alla nostra analisi legale della situazione’ e concordando che ‘le misure tedesche sono chiaramente contrarie al diritto europeo in materia’. Come Breton stesso ci comunica, inoltre, questa situazione ha già prodotto diverse cause legali, attualmente in corso. Ora ci auguriamo che venga rettificata al più presto dal governo tedesco. Il Mercato Unico – conclude Benifei – è uno dei successi più universalmente riconosciuti dell’Unione Europea, anche da molti suoi detrattori. Se ogni Stato membro reintroduce misure unilaterali si torna indietro, creando incertezza e gravi danni economici per tutte le imprese europee, tanto più in un momento di crisi come questo. Noi non lo permetteremo”.