Tinagli Irene

Biografia

Irene Tinagli ha conseguito una Laurea in Economia e Management all’Università L. Bocconi di Milano, un Master of Science in Public Policy e un PhD in Public Policy and Management presso la Carnegie Mellon University di Pittsburgh, con specializzazione in Economia dell’Innovazione e Sviluppo. Per molti anni si è occupata di Innovazione e Creatività focalizzandosi soprattutto su Creative Cities, elaborando assieme al prof. Richard Florida indicatori e benchmark internazionali come, per esempio, l’European Creativity Index ed il Global Creativity Index.

E’ stata consulente per il Dipartimento Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite sui temi di E-Government e Knowledge Economy, sviluppando l’Index of Knowledge Societies (pubblicato nel libro “Understanding Knowledge Societies”); per la Commissione Europea, facendo parte della task force su “measuring creativity”; e per altre agenzie, associazioni imprenditoriali e governi regionali in Europa e in Italia, oltre ad alcuni ministeri Italiani. In particolare ha collaborato con il Ministero dei Beni Culturali – per il quale ha co-autorato il primo Libro Bianco sull’Economia Creativa e Culturale in Italia – e con il Ministero dell’Istruzione e il Dipartimento Innovazione della Presidenza del Consiglio, per i quali ha lavorato sul tema Smart Cities.

Dal 2009 al 2013 ha insegnato Management and Organizations e Organizational Design all’Università Carlos III di Madrid, ed ha insegnato per periodi brevi corsi e seminari in altre Università italiane e straniere. Nel 2010 è stata nominata Young Global Leader dal World Economic Forum, nel 2012 Young European Leader. Nel 2011 ha insegnato il corso di Leadership per il Master in International and Public Affairs della LUISS School of Government.

Nel 2013 è stata eletta alla Camera dei Deputati dove per cinque anni si è occupata di temi legati a Lavoro e Welfare, con particolare attenzione al rapporto tra nuove tecnologie ed occupazione. Dal 2009 al 2013 è stata opinionista per il quotidiano la Stampa e ha pubblicato vari libri: Talento da Svendere (Einaudi, 2008), Un Futuro a Colori (Rizzoli, 2014) e La Grande Ignoranza (Rizzoli, 2019). Nel maggio 2019 é stata eletta eurodeputata al Parlamento europeo nella lista PD-Siamo europei e ha aderito al gruppo dei Socialisti e Democratici.

Socials