Il bilancio della zona euro

Il bilancio della zona euro

2018

L’eurozona ha bisogno di un bilancio autonomo, finanziato con risorse proprie e gestito da un ministro del Tesoro della zona euro

Un’Unione europea capace di agire per il bene comune dei cittadini necessita un bilancio autonomo per l’Eurozona. Questo significa che solo una vera capacità autonoma di bilancio è in grado di promuoverlo. L’utilizzo di risorse proprie specificamente correlate alla zona euro garantirebbe la chiarezza, la trasparenza e la legittimità democratica necessarie al controllo e alla responsabilità, oltre che tali risorse sarebbero generate e controllate a livello europeo.  La creazione di un ministero del Tesoro della zona euro, servirebbe soprattutto ai fini di un processo decisionale collettivo, ma anche per la supervisione e la gestione della capacità di bilancio della zona euro e per le politiche specificamente collegate ad essa, in particolare le politiche volte a rafforzare la competitività, l’integrazione e la convergenza economica. Al di là delle dichiarazioni di intenti degli Stati membri, come la Francia e la Germania in occasione della dichiarazione di Meseberg, il Parlamento ha dunque riaffermato la necessità di avere una capacità di bilancio per l’Eurozona.