Modernizzazione dell’istruzione nell’UE

Modernizzazione dell′istruzione nell′UE

2018

La risoluzione sulla modernizzazione dell’istruzione affronta il tema del futuro dei sistemi di istruzione nell’Europa del XXI secolo, sempre più globalizzata e digitalizzata.

L’obiettivo è arrivare ad un vero “spazio europeo dell’istruzione” entro il 2025, dove l’istruzione universale e di qualità sia una priorità in tutti gli Stati membri e permetta una forte mobilità agli studenti dell’Unione e di conseguenza anche ai lavoratori.

Tra le misure concrete per arrivare a questo obiettivo, grazie al nostro impegno, c’è anche: la EU Student e-Card, la Carta elettronica per gli studenti europei, un supporto unico dove far confluirei curricula di ogni studente, con crediti e titoli acquisiti, così da facilitare la mobilità e la condivisione del percorso formativo, ma anche la possibilità di accedere a sconti e facilitazioni; l’aggiornamento di Europass, una delle 10 iniziative della Nuova agenda globale delle competenze, per offrire uno strumento  migliore e di più facile utilizzo per presentare le proprie competenze e ottenere informazioni utili in tempo reale sui fabbisogni del mercato di lavoro.

Cruciale, quindi, arrivare ad un effettivo riconoscimento reciproco automatico dei diplomi all’interno dell’UE.  Purtroppo, infatti, ad oggi circa il 65% degli europei, in possesso di un titolo di studio, incontra difficoltà nel farselo riconoscere fuori dal proprio Paese e il 59% di quanti studiano, per un periodo, in un istituto straniero hanno difficoltà nella convalida dei crediti una volta rientrati a casa propria.

A questo obiettivo si aggiungono il rafforzamento dell’aggiornamento dei docenti e il miglioramento dell’insegnamento delle lingue ,1 più 2 entro il percorso di studi superiori.