Quarto pacchetto ferroviario

Quarto pacchetto ferroviario

2018

Apertura del mercato dell’alta velocità: dal 2020 le imprese ferroviarie europee potranno offrire servizi di alta velocità su tratte interne in altri Stati Membri

 La riforma prevede una serie di modifiche sull’apertura del mercato all’alta velocità, trasparenza finanziaria, ruolo del regolatore europeo, conflitto di interessi e nuova proposta di biglietto integrato.

Il risultato più importante è stata l’apertura del mercato all’alta velocità. Dal 2020 le imprese ferroviarie europee potranno offrire servizi di alta velocità su tratte interne in altri Stati Membri (per fare un esempio, Ferrovie dello stato potrà offrire un servizio tra Parigi e Marsiglia, SNCF, compagnia francese, potrà farlo nella tratta Roma -Milano o Madrid – Barcellona, etc.).

Tutto questo porterà un grande vantaggio per i consumatori, che potranno scegliere il servizio offerto da più operatori, i prezzi diventeranno competitivi e aumenterà necessariamente la qualità del servizio. Non dimentichiamo che l’alta velocità, che collega due città da stazione a stazione, è spesso preferita all’aereo anche su lunghe distanze.

Inoltre, le grandi imprese ferroviarie europee, potranno portare la propria esperienza in termini di conoscenza e know-how per aiutare lo sviluppo dell’alta velocità nei paesi europei che ancora non offrono questo servizio. Un altro passo verso la costruzione europea.