Lotta alla reticenza nei confronti dei vaccini e calo dei tassi di vaccinazione in Europa

Lotta alla reticenza nei confronti dei vaccini e calo dei tassi di vaccinazione in Europa

2018

La scienza ci dice che i vaccini sono sicuri ed affidabili. La lotta alle fake news antiscientifiche. La richiesta agli Stati membri di una larga campagna di informazione.

  • Voto S&D

  • Voto M5S

  • Voto LEGA

Il tema dei vaccini è un tema molto importante poiché interessa una parte importante della popolazione europea, che non può essere messa a rischio a causa di atteggiamenti esitanti che nulla hanno di scientifico. Il metodo scientifico ci dice che i vaccini sono sicuri e affidabili e proteggono i bambini e l’intera società da pericolosissime malattie infettive e dal loro propagarsi.

Tuttavia oggi Internet è un luogo dove fatti ed evidenze scientifiche e opinioni le più diverse, anche non autorevoli e particolarmente dannose, si mescolano e si confondono indistintamente, creando seri problemi soprattutto quando le ricerche sono svolte in assenza di parametri scientifici di riferimento.

. Già la proposta di Mozione di risoluzione conteneva punti molto importanti, tra cui:

  • La vaccinazione su larga scala in Europa ha contribuito in modo significativo alla eradicazione o significativo declino di numerose malattie infettive,
  • La condanna della diffusione di informazioni inaffidabili e senza fondamento scientifico sulla vaccinazione.
  • La preoccupazione per il prezzo ancora elevato di taluni vaccini.
  • La richiesta agli Stati membri e alla CE di avviare campagne di sensibilizzazioni tra i medici che effettuano le vaccinazioni, fornendo alle parti interessate informazioni appropriate sui vaccini;
  • La richiesta agli Stati Membri, al fine di accrescere la trasparenza, di pubblicare puntualmente dati relativi alla copertura dei vaccini nella popolazione.

Il testo finale della Risoluzione ha incluso:

  • La richiesta che le raccomandazioni nazionali tengano conto dell’invecchiamento della popolazione e siano ispirate ad una maggiore trasparenza,
  • Per fare fronte al conflitto d’interesse dei ricercatori, essi devono dichiarare ogni eventuale conflitto d’interesse, ruolo importante dell’EMA per l’approvazione di nuovi vaccini;
  • La necessità di ripristinare la fiducia nei vaccini migliorando l’istruzione e il dialogo, e impedendo che le informazioni fuorvianti si dimostrino efficaci;
  • La necessità di sanare le disuguaglianze sanitarie esistenti all’interno dell’UE, la riduzione della spesa in vaccini in alcuni Stati membri è preoccupante. Non è questa la spesa pubblica da tagliare;
  • La protezione della salute pubblica resta l’obiettivo fondamentale, ecco perché si chiede agli Stati membri di promuovere campagne di sensibilizzazione verso i professionisti sanitari e verso la popolazione tutta, compresi i pazienti.