Revisione della Direttiva sui servizi di media audiovisivi (Direttiva AVMS)

Revisione della Direttiva sui servizi di media audiovisivi (Direttiva AVMS)

2018

La cultura il quarto pilastro dello sviluppo sostenibile. Un programma di mobilità internazionale per artisti e professionisti della cultura. Facilitazioni per le procedure di acquisizione di visti. La rete Europea degli Istituti di cultura.

  • Voto S&D

  • Voto M5S

  • Voto LEGA

Ferma restando la promozione del valore intrinseco della cultura, nonché il principio di sussidiarietà, la strategia UE per le relazioni culturali internazionali ha come obiettivo la promozione del patrimonio culturale e della cultura come potenti strumenti di libertà, dialogo e cooperazione interculturale/interreligiosa, anche per prevenire la radicalizzazione e promuovere la pace. La cultura e l’educazione sono il quarto pilastro dello sviluppo sostenibile, motore di creatività, di innovazione, di inclusione, di nuova economia, e occupazione di qualità. In questa cornice, l´UE può condividere e mettere a disposizione dei partner in tutto il mondo attività di formazione, sviluppo delle competenze e trasferimento di conoscenze.
La cultura costituisce un diritto fondamentale degli individui, anche alla luce della Convenzione di Faro, contribuendo alla realizzazione individuale e alla coesione sociale. Mirata al rafforzamento dei valori europei all’esterno, questa strategia tutela il patrimonio culturale come bene universale, e sostiene
la sensibilizzazione degli europei alle altre culture, con un approccio people-to-people e inserendo cultura e educazione in tutti gli accordi bilaterali Ue-Paesi terzi
Il ruolo della cultura nelle relazioni internazionali ha trovato una sua dimensione centrale anche nella Nuova Agenda per la Cultura, nel nuovo Strumento per l’azione esterna (nel quale chiediamo di riservare il 15% per cultura/educazione) e in Europa Creativa. Vogliamo dar vita a un programma di mobilità internazionale e di residenze d´artista, rivolto ai professionisti della cultura; facilitare le procedure di acquisizione dei visti per gli artisti e afforzare la cooperazione culturale attraverso la rete europea degli Istituti di cultura.