Revisione Direttiva sui sacchetti di plastica – Risoluzione Strategia della Plastica” – Direttiva Plastica Monouso

Revisione Direttiva sui sacchetti di plastica - Risoluzione Strategia della Plastica” - Direttiva Plastica Monouso

2018

Ridurre l’uso dei prodotti plastici monouso più inquinanti.
Entro il 2030 tutti gli imballaggi in plastica devono essere riciclabili e riutilizzabili

La produzione mondiale di plastica è passata da 15 milioni di tonnellate nel 1964 a 335 milioni di tonnellate nel 2016, di cui quasi il 20% prodotta in Europa. Negli ultimi cinquant’anni, l’uomo ha prodotto oltre 8 miliardi di tonnellate di plastica, buttandone in natura circa 6 miliardi.

Oggi nell´Unione Europea meno del 30% dei rifiuti in plastica viene riciclato.

La plastica rappresenta l´85% dei rifiuti marini e di questo passo nel 2050, nei mari e negli oceani potrebbe esserci più plastica che pesci.

Il 70% dei rifiuti che più inquinano mari e spiagge sono dieci semplici prodotti di plastica monouso (cotton fioc, posate, piatti, bicchieri, cannucce, tappi…).

Il Parlamento si è espresso affinché tutti gli imballaggi in plastica siano riciclabili e riutilizzabili entro il 2030. Inoltre abbiamo approvato una nuova normativa per ridurre l’uso dei prodotti plastici monouso maggiormente inquinanti, sostituendoli dove possibile con prodotti alternativi meno impattanti sul mare.

Stiamo favorendo il coinvolgimento dei pescatori nella battaglia per la sostenibilità dei mari, incentivandoli a portare a riva la plastica raccolta durante la pesca, anziché gettarla di nuovo in mare. In questo senso abbiamo ottenuto che la nuova normativa sulle strutture portuali valorizzi queste buone pratiche.