Nuovo Strumento di Preadesione (IPAIII)

Nuovo Strumento di Preadesione (IPAIII)

Il nuovo strumento rivolto ai paesi destinati a far parte della Unione

Nel quadro delle proposte per il prossimo Quadro Finanziario Pluriennale, la Commissione ha deciso di lasciare separato lo Strumento di Preadesione, rispetto al massiccio accorpamento per tutti gli altri strumenti di azione esterna.

Ciò per la natura particolarmente strategica e delicata che l’IPA riveste, essendo rivolto ai Paesi destinati a entrare a far parte dell’Unione. Il nuovo strumento sarà sostanzialmente in continuità con i precedenti, in particolare dopo la valutazione positiva dell’IPAII, e prevederà una leggera diminuzione dell’allocazione finanziaria, per rispondere ai cambiamenti nel rapporto con la Turchia, alla quale sono stati ridotti in modo consistente i fondi dopo l’arretramento su Stato di diritto e libertà fondamentali degli ultimi due anni.

Lo strumento sarà collegato alla nuova Strategia per i Balcani Occidentali, lanciata nel 2018, che indica il 2025 come orizzonte temporale per i prossimi allargamenti, e sarà destinata a supportare il processo di adesione dei Paesi candidati.

IPAIII sarà maggiormente tematico rispetto al precedente più geografico e agirà in complementarietà con gli altri futuri strumenti come NDICI, il nuovo Strumento di Vicinato, Cooperazione allo sviluppo e Cooperazione Internazionale e in sinergia con i programmi interni dell’Unione.