Zone rurali e periferiche

Zone rurali e periferiche

La risoluzione approvata sulle zone rurali di montagna e periferiche,  che rappresentano oltre l’80% del territorio europeo, chiede un approccio coerente e completo per garantire servizi essenziali, sviluppo e progresso, contrasstando così il rischio spopolamento.

La risoluzione approvata sulle zone rurali di montagna e periferiche va nella direzione di un’Agenda europea che mira a mettere in evidenza i bisogni e le specificità di tali zone. che rappresentano oltre l’80% del territorio europeo. Un’Agenda che costituisca un programma d’azione per una strategia comune di sviluppo per questi territori sul modello dell’Agenda urbana dedicata alle città. Perché gli obiettivi sono comuni. Quello che cambia è la maniera di raggiungerli quando si interviene in territori a popolamento rado o con svantaggi strutturali geografici. Serve un approccio coerente e completo, in quanto è inutile portare la banda larga se poi mancano servizi essenziali. Nessuno si trasferisce in montagna se non ha accesso a trasporti, sanità e scuola per i bambini e chi le abita fa fatica a restarci, perché non solo i servizi ma anche le offerte occupazionali emigrano nei grandi centri. Lo sviluppo e il progresso tecnologico non devono essere solo un fenomeno metropolitano, perché se stimolate le economie e le imprese rurali e montane possono dare ai borghi rurali e montani la possibilità di uscire dall’isolamento e dal rischio spopolamento. Questi territori infatti hanno un valore inestimabile e costituiscono un patrimonio di risorse economiche, sociali e ambientale, nonché un anello importante per una transizione verso un’economia circolare a bassa emissione di carbonio.

È importante precisare che non si tratta di una competizione tra zone urbane e quelle rurali e di montagna. L’Europa e l’Italia vincono solo se si convincono che la soluzione sta in una vera cooperazione tra i diversi territori, uno scambio continuo di risorse, anche umane, di conoscenze, di esperienze. Il destino di città, campagne e montagna è indissolubilmente legato.