Energia, Bonafè: bene direttiva europea, incentivare energia a basso impatto, ma in Italia governo dice no

Energia, Bonafè: bene direttiva europea, incentivare energia a basso impatto, ma in Italia governo dice no

“L’approvazione oggi del pacchetto ‘Energia pulita per tutti gli europeii’, che comprende anche le nuove direttive sulle rinnovabili e sull’efficientamento energetico, rappresenta un altro importante step nella politica europea di salvaguardia dell’ambiente e di sviluppo ecocompatibile. All’interno del pacchetto si delinea inoltre il futuro della geotermia che, in alcune zone del nostro Paese, Toscana in primis, rappresenta un tassello fondamentale per il territorio”.

Lo dichiara l’eurodeputata del Pd, Simona Bonafè.

“Il nostro obiettivo – spiega Bonafè – è facilitare la diffusione di energia geotermica a basso impatto ambientale, puntando su quella in grado di generare emissioni considerevolmente più basse rispetto ai combustibili fossili, e in alcuni casi avvicinandosi addirittura a emissioni prossime allo zero”.

“E mentre l’Europa, Lega esclusa dato il suo votato contrario, dimostra di saper coniugare le esigenze dei territori e le loro peculiarità con la salvaguardia dell’ambiente, a Roma il governo gialloverde si ricompatta e cancella gli incentivi alla geotermia convenzionale, negando studi scientifici che riconoscono la geotermia quale energia rinnovabile a tutti gli effetti e quindi avente diritto agli incentivi stessi.  Ma da chi ha negato la scienza, sposando la linea Novax – conclude Bonafè – purtroppo, non possiamo aspettarci troppo”.