Ue, Danti: Ministri a Bruxelles? Non ce ne siamo accorti

Ue, Danti: Ministri a Bruxelles? Non ce ne siamo accorti

L’eurodeputato Pd Nicola Danti commenta i “tour europei” dei vice Presidenti del Consiglio Di Maio e Salvini, riportati dai quotidiani di oggi:

«Leggendo i giornali ho appreso che in questi giorni importanti ministri erano qui a Bruxelles. Peccato che noi eurodeputati italiani non ce ne siamo accorti! Nei quattro anni precedenti – spiega Danti – i governi Renzi e Gentiloni ci avevano abituati a contatti frequenti, il governo Conte risulta invece non pervenuto. Solo una volta, dopo mesi, abbiamo incontrato il ministro Savona, che non ha neanche risposto alla mia semplice domanda su quali alleanze vogliono portare avanti in Europa.»

Prosegue l’europarlamentare: «Ricordiamo a Lega e 5 Stelle che gli interessi nazionali si tutelano tutti assieme indipendentemente dall’appartenenza politica e dal sostegno al governo nazionale, e che questo sarebbe tanto più importante oggi che siamo nella fase finale della legislatura e molti importanti dossier legislativi stanno arrivando a conclusione. Le ultime notizie ci danno in arrivo a fine mese il ministro degli Esteri il resto tace. Vedremo – conclude Danti – nel frattempo continuano a essere “non pervenuti” e poi qualcuno si stupisce se vengono aperte procedure d’informazione contro l’Italia su asset strategici come Fincantieri. A Bruxelles come a Roma, Lega e 5 Stelle sono maestri di propaganda ma disastrosi al governo.»