Ue, Costa: una borsa di studio e sostegno a reti europee di radio in onore di Antonio Megalizzi e Bartosz Orent-Niedzielski

Ue, Costa: una borsa di studio e sostegno a reti europee di radio in onore di Antonio Megalizzi e Bartosz Orent-Niedzielski

“Il terrorismo non fermerà l’impegno di Europhonica che riaccende oggi i microfoni in onore di Antonio Megalizzi e Bartosz Orent-Niedzielski. Sono felice che la mia proposta di intitolare a Antonio e a Bartosz lo studio radio del PE, che avevo rivolto al presidente Antonio Tajani dopo la loro morte, si sia concretizzata oggi. Saranno sempre con noi e saranno un messaggio per nuove generazioni di parlamentari e di giornalisti”.

Lo dichiara Silvia Costa, europarlamentare del PD, durante una conferenza stampa, a Strasburgo, con i colleghi parlamentari Daniele Viotti, Elly Schlein, Lara Comi con i protagonisti di Europhonica, il progetto nato nel 2015 da Raduni, la rete italiana di radio universitarie, e Radio Campus France, insieme a radio di altri Paesi europei in memoria dei giornalisti Antonio Megalizzi e Bartosz Orent-Niedzielski.

“Su mia richiesta – prosegue l’europarlamentare – la presidenza sta esaminando la possibilità di intitolare ad Antonio e Bartosz  una borsa di studio per giovani giornalisti che raccontino l´Europa ai propri coetanei, come è avvenuto alla memoria del giovane slovacco Jan Kuciak. Infine come relatore di Europa creativa, che dal 2021 avrà una sezione dedicata al sostegno della qualità del giornalismo europeo, alla lotta alle fake news e allo sviluppo del pensiero critico, ho proposto di istituire una linea di finanziamento dedicata al sostegno di progetti europei promossi da radio Universitarie per raccontare l’Europa ai giovani. Chiedo ai gruppi politici di sostenere la mia proposta e a voi di farvene interpreti”.