Copyright, Danti: Lega-M5S hanno provato a fare un favore ai giganti del web

Copyright, Danti: Lega-M5S hanno provato a fare un favore ai giganti del web

Nella serata di ieri è stato raggiunto l’accordo tra Consiglio e Parlamento europeo sulla direttiva europea sul Copyright. L’eurodeputato Pd Nicola Danti, recentemente nominato relatore del dossier per la commissione Mercato interno e protezione dei consumatori (dopo le dimissioni della deputata scozzese Catherine Stihler), commenta con soddisfazione la fine dei negoziati:
«Questa è una vittoria dei lavoratori della cultura, dell’informazione e della creatività sui giganti del web che saranno finalmente responsabili dei contenuti che ospitano sulle proprie piattaforme online. L’obiettivo di fondo di questa direttiva è infatti la garanzia di una giusta remunerazione ad autori e produttori. Noi Socialisti e Democratici possiamo oggi rivendicare questa battaglia condotta contro le fake news prodotte da alcune grandi compagnie del web e rilanciate da alcuni gruppi politici tra cui il Movimento 5 Stelle
«Come più volte ribadito – prosegue Danti – la libertà del web non sarà in alcun modo messa a rischio. Per fortuna in Europa le regole della rete le dettano le Istituzioni comunitarie, non le grandi piattaforme che la occupano e che finora hanno fatto enormi profitti grazie ai materiali altrui. Continueremo a batterci in Parlamento europeo affinché le piattaforme online siano soggette anche ad un più equo trattamento fiscale, superando le attuali difformità tra Stati membri.»
Conclude l’eurodeputato Pd«Lega e 5 Stelle, opponendosi a questa direttiva in sede di Consiglio, non hanno solo cambiato la tradizionale posizione italiana a favore dei creatori di contenuti, ma hanno anche provato a fare un favore alle grandi compagnie del web alle spalle dei cittadini.»