Ue/Autismo, Caputo: necessaria risposta strategica da parte dell’Unione europea

Ue/Autismo, Caputo: necessaria risposta strategica da parte dell’Unione europea

“Sono cinque milioni i cittadini europei che attendono risposte concrete. È necessaria e non più procrastinabile una risposta strategica specifica da parte dell’Unione europea, con l’obiettivo di raggiungere il pieno riconoscimento dei diritti delle persone speciali, di aumentare la ricerca e lo scambio delle migliori pratiche in materia e creare le condizioni per aiutare le famiglie delle persone con autismo. – Lo ha dichiarato Nicola Caputo Parlamentare europeo del Pd gruppo S&D nel corso del suo OMS nella Plenaria di Bruxelles sui diritti delle persone con autismo. – Questa è la settimana della consapevolezza sull’autismo, – ricorda l’eurodeputato S&D –  settimana che serve per riportare l’attenzione sul tema dei diritti delle persone con autismo. In questi cinque anni mi sono occupato molto spesso di autismo, con varie iniziative parlamentari ed extraparlamentari, ma soprattutto con una dichiarazione scritta approvata nel settembre 2015 dal Parlamento europeo. Un mio emendamento sul “dopo di noi” è stato introdotto nella relazione sull’attuazione della strategia europea sulla disabilità, peraltro non ancora rivista dalla Commissione. C’è tanto da fare ancora. – conclude Caputo – Non esiste ad esempio un registro di patologie su base clinica per l’autismo, una lacuna notevole che richiede determinazione ma anche collaborazione con le associazioni che si occupano di autismo e che molto spesso sono più avanti delle istituzioni”.